PST ALTO LAZIO  
Parco scientifico e tecnologico Alto Lazio
Home Home Mappa del Sito Mappa del Sito
IL PARCO
L'ALTO LAZIO
IL PARCO INFORMA
PROGETTI
PST - Alto Lazio
www.pstaltolazio.it
ATTIVITA' - Progetti

Nel suo iniziale periodo di attività il Parco ha posto le basi per sviluppare alcune interessanti iniziative di progetto in sintonia con le aspettative e le risorse - materiali ed umane - offerte dal territorio,  sempre prestando attenzione ad assicurare l'organicità  del mosaico complessivo.

Progetti avviati

Il Parco ha avviato una serie di progetti presentati e deliberati per finanziamento dalla Regione, descritti di seguito.

AIR Wireless (Accompagnamento all’Innovazione delle imprese Reatine e Viterbesi)
Progetto finalizzato al trasferimento tecnologico a favore delle PMI del territorio per arrivare a creare un centro di eccellenza nello sviluppo e realizzazione di prodotti/servizi utilizzabili dalla tecnologia “Wireless”.
La Regione ha deliberato uno stanziamento a fronte della MIS 2.5.2 del DOCUP 2000-2006, pubblicato sul BURL del 10/05/2007.
La fase organizzativa è in via di completamento, e al più presto verranno fornite informazioni circa l’esecuzione del progetto.

Rete a Larga Banda Regionale
Progetto Aree Digitali di Eccellenza- Sottomisura II.4.1 del DOCUP 2000-2006
La Regione ha assegnato parte al Parco e parte al Consorzio per lo Sviluppo Industriale della provincia di Rieti l’attività di assistenza alla progettazione della rete a banda larga in fase di realizzazione nel territorio delle due province.
Attualmente si stanno formalizzando gli accordi operativi per la realizzazione della rete.

Progetti in definizione                                                      

Il Parco ha deliberato i seguenti progetti per i quali si sta procedendo alla definizione.

Integrazione vetro-ceramica
Lo studio avrà come scopo principale la creazione di materiali con superfici uniche, quindi completamente a tenuta, in cui si alternino a piacimento zone opache con zone trasparenti.

Materiali ceramici/vetrosi per settore energia
Studio per la fabbricazione di materiali a matrice ceramica in grado di fornire un substrato per celle fotovoltaiche, di adeguata resistenza e di gradevole impatto architettonico.

Micro-Cogenerazione diffusa da biomassa - Studio fattibilità e messa a punto di un impianto prototipo
Considerato che il territorio dell’Alto Lazio si caratterizza per il suo ampio patrimonio agricolo forestale e per una quantità rilevante di biomasse sfruttabili per produrre energia rinnovabile, il Parco intende rispondere alle varie direttive e programmi emessi a livello comunitario, nazionale e locale (es.: “Patto per lo Sviluppo Socioeconomico della Provincia di Rieti”) tesi a promuovere un più ampio e razionale sfruttamento delle energie rinnovabili, e preservando e valorizzando l’ambiente naturale.
Scopo del progetto è appunto quello di vagliare le tecnologie di micro-cogenerazione più adatte alle situazioni di approvvigionamento, utilizzo e logistiche esistenti nelle zone meno accessibili del territorio, a combinarle in impianti dimostrativi coinvolgendo i costruttori degli apparati principali da una parte e le comunità fruitrici e le imprese locali dall'altra.  

Ottimizzazione di processi per trattamento di macromolecole biologicheOttimizzazione di processi industriali per ottenimento di macromolecole di origine biologica di interesse per i settori della cosmesi e del settore chimico-farmaceutico.

Trasmissione dati wireless
Continuazione progetto AIR WiMAX (Accompagnamento all’Innovazione delle imprese Reatine e Viterbesi).

Iniziative di progetto                                                                  

Il Parco ha messo a punto attività di promozione e coordinamento avviate con Enti e Imprese del territorio volte a creare e concertare le premesse per lo sviluppo di interessanti prospettive progettuali. 

Iniziativa Analisi Rischi NBC
Le Province di Roma e di Rieti, col patrocinio del Comitato Parlamentare per l’Innovazione Tecnologica (COPIT), hanno promosso un’iniziativa volta mettere in rete le risorse scientifiche, produttive e culturali esistenti nell’ambito dell’Analisi dei Rischi derivanti da agenti nucleari, biologici e chimici, per quanto concerne i temi di protezione civile.
L’iniziativa nasce anche grazie alla presenza di numerosi centri di eccellenza presenti nel Lazio, in particolare a Rieti che ospita il Polo Interforze per la Difesa NBC, un centro di importanza europea che svolge compiti di formazione e consulenza anche per le organizzazioni civili (Polizia, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Croce Rossa).  
A tal proposito il Parco ha in programma di proporre alcune iniziative d’interesse per le ricadute sulle industrie del territorio.
In particolare si sta esaminando la costituzione presso il Parco di un centro di competenza e sviluppo prototipale di mezzi robotici da utilizzare in campo NBC, in sinergia tra industria elettronica, ICT e micromeccanica con i laboratori che l’Università La Sapienza e Tor Vergata hanno attivato nel settore, nonchè con la Scuola NBC.

Iniziativa sulla valorizzazione della coltivazione del Guado
Si tratta di un’iniziativa che il Parco sta valutando su sollecitazione di alcuni agricoltori del Reatino esperti nella coltivazione del Guado (Isatis Tinctoria), pianta dalla quale si estrae l'indaco, e che era una coltivazione molto diffusa in passato nel territorio, dove trova un ambiente favorevole.
Recentemente se ne sta rivalutando l’importanza a livello europeo (progetto SPINDIGO finanziato dalla UE 2003-06) e mondiale, sia per la produzione di colorante naturale sia per i principi attivi farmacologici. L’applicazione di moderni processi di estrazione potrebbe estendere l’interesse verso altre coltivazioni.
Il Parco sta valutando in via preliminare il tema, le sue prospettive, le possibili modalità di collaborazione. 

Partecipazione all’ iniziativa UPI - Aerospazio
Sin dallo scorso novembre, il Parco ha affiancato gli Assessorati allo Sviluppo delle due Province nello sviluppare l’iniziativa intrapresa dall’Unione Province Italiane (UPI) e volta a promuovere opportunità nel settore dell’aerospazio. L’iniziativa è stata presentata in un convegno a Rieti il 23. 2 . 2007 a tutte le imprese del territorio, e ad essa hanno aderito con interesse una decina di PMI qualificate (che vantano un totale di 260 addetti diretti). Le stesse - dopo una serie di riunioni informative con il Parco - si stanno preparando ( rif. notizia del 22.5.07 - Istituito il Gruppo GEAL)  per partecipare propositivamente ai gruppi di progetto organizzati dall’UPI per accedere ad alcune delle opportunità offerte dal 7° PQ Europeo.
I settori nei quali il nostro territorio intende proporsi per dare un contributo significativo riguardano le applicazioni di georeferenziazione per:
• il controllo del traffico ferroviario tramite localizzazione e segnalamento assistito da satellite
• sistemi per il controllo del traffico in piccoli aeroporti (gestione flotte, gate-to-gate)
• reti di sensori di precisione per il monitoraggio del territorio (frane, erosioni), e di edifici, ponti,  dighe
• sistemi di ausilio alla mobilità urbana ed extraurbana

Collaborazione con BIC Lazio al programma Detect-It 2
Il Parco collabora con l’ufficio di Rieti della BIC Lazio, per organizzare la partecipazione di industrie locali a iniziative di progetto da presentare nell’ambito del programma Detect-it 2.
A questo scopo è stato organizzato un primo workshop esplorativo, dal quale sono emerse alcune proposte che potrebbero incontrare l’interesse di imprese locali, principalmente nel campo della  rilevazione di dati geologici, della telemedicina e dei materiali compositi con fibre naturali.
Sono previsti a breve incontri di approfondimento su ciascuno dei filoni individuati.

Partecipazione all’ Iniziativa Space2Land promossa da Filas
Il Parco, assieme ai rappresentanti del gruppo GEAL, ha partecipato attivamente ai due giorni del workshop Space2Land organizzato da Filas - DTA (rif. notizia del 24.7.07).
L’evento ha consentito al gruppo GEAL di presentarsi a livello regionale come rete di aziende qualificate nella progettazione e costruzione di apparati elettronici, e di iscriversi col Parco ad alcuni dei gruppi di lavoro previsti, che sono:

Progetto 1.1 – Infomobilità Integrata: utilizzo di tecnologie satellitari per raccolta informazioni di mobilità – infomobilità/gestione operativa delle emergenze, e-call
Progetto 1.5 – Monitoraggio dei carri merci tramite collegamento GPRS al centro controllo
Progetto 2.1 – Cartografia. Servizio di aggiornamento delle fonti informative di base
Progetto 2.2 – Controllo e monitoraggio dei processi di trasformazione del territorio e verifica automatica degli abusi con tecnica Change detection
Progetto 2.5 – Progetto Posizionamento e Comunicazione ARES 118 

L’attività dei gruppi di lavoro inizierà a settembre.

Proposta di Laboratorio di Bioelettronica
La WetWare Concepts Srl è uno spin off dell’Università di Padova e dell’Istituto Interuniversitario di Miologia, costituito da ricercatori padovani e romani con competenze di biologia molecolare, cellulare, e biosensoristica.
La Wetware ha proposto al Parco di collaborare ad un progetto di ricerca volto ad allestire una serie di biosensori basati sul principio innovativo di evidenziare direttamente gli analiti da indagare, misurandone l’effetto specifico che producono in un determinato modello biologico. Il progetto di partenza è indirizzato al rilievo di agenti dopanti, ma le applicazioni possono essere estese allo studio degli inquinanti occupazionali e ambientali.
L’idea si presenta di principio interessante, anche per i collegamenti che se ne possono intravedere con l’iniziativa sui rischi NBC e con il comparto dell’industria elettronica e micro-meccanica. Nella funzione basilare di Laboratorio di Biologia Molecolare, inoltre, l’iniziativa riscuote un notevole interesse per il supporto che potrebbe fornire sia all’attività didattica in campo universitario, sia alla ricerca clinica.
I proponenti hanno illustrato l’idea progettuale e la proposta di collaborazione durante l’incontro tenuto il 27.6. 07, alla presenza di alcuni membri del CdA del Parco e di rappresentanti dell’Amministrazione Provinciale di Rieti, del Rettorato dell’Università La Sapienza  e dei vertici della AUSL di Rieti.
Con la collaborazione dell’AUSL di Rieti, il Parco sta mettendo a punto un piano preliminare di fattibilità.

Partecipazione al programma Industria 2015 del Ministero dello Sviluppo Economico.
Il Parco si è fatto promotore verso le PMI del territorio perchè si inseriscano in tale interessante iniziativa promossa dall’IPI e dal Ministero dello Sviluppo Economico.
Particolare enfasi verrà posta nell’accedere al programma “Reti di Impresa “ che come definito nel programma stesso  “..rappresentano forme di coordinamento di natura contrattuale tra imprese, particolarmente destinate alle PMI che vogliono aumentare la loro massa critica e avere maggiore forza sul mercato senza doversi fondere o unirsi sotto il controllo di un unico soggetto.”, e che pertanto sancisce l’opera di aggregazione che il Parco si sta impegnando a svolgere, e che verrà presto estesa ad altri comparti industriali.

 

 

PST Alto Lazio - via dell’Elettronica snc, 02010 Rieti (RI) - P.Iva: 00986700573 - Tel: +39 0746.271106 - Fax: +39 0746.27199 - Contatto E-Mail info@pstaltolazio.it